Madeleine & Ismaël Bonvin

Cave Le Tambourin,  Vallese, Svizzera

5
Ettari
7
Vitigni
8
Vini
Madeleine e Ismaël Bonvin sono una coppia e un team di professionisti a Cave Le Tambourin. Madeleine racconta come questa memorabile esperienza si accompagni all'avventura, all'amore... e ovviamente al vino!

Qual è la sua visione futura per quanto riguarda i prossimi anni?

La nostra visione per i prossimi anni è migliorare sempre di più. Vale a dire, mantenere la qualità dei nostri vini creando nuovi blend, in parte con vecchi vitigni e in parte implementando alcune innovazioni. Avendo Ismaël ingrandito il Domaine da 1 a 5 ettari, non ci amplieremo ulteriormente.

Madeleine Bonvin

Madeleine Bonvin, moglie di Ismaël e direttrice della tenuta, ha precedentemente lavorato nell'alta orologeria. Ha conosciuto Ismaël nel 2012 e nel 2018 hanno deciso di lavorare insieme in cantina.

Come organizza il suo lavoro in cantina?

Io mi occupo delle risorse umane, dell'amministrazione e della degustazione, mentre Ismaël gestisce il suo team vinicolo e naturalmente tutto il lavoro della cantina e dei vigneti.

Ismaël Bonvin

Ismaël ha ottenuto un CFC in viticoltura e un CFC in enologia nel 2005 prima di dedicarsi al 100% alla cantina nel 2006. Da allora, ha quintuplicato la superficie della tenuta e ha vinto numerose medaglie per i suoi vini.

Una nuova identità visiva, appurata, con la T, perché?

All'epoca i vigneti vallesani appartenevano alla borghesia e gli abitanti del villaggio chiedevano lavoro attraverso la musica di pifferi e tamburi. Ismaël non si identificava affatto con la storia del tamburello, dato che non ne aveva mai suonato uno, a differenza dei suoi tre fratelli così ha portato un vento di rinnovamento. Anche se era molto felice di occupare la cantina, sentiva il bisogno di identificarsi con essa. Decise allora di cambiare questa identità con l'aiuto di un amico artista, Pierre Zufferey, che dopo un anno di riflessione e ricerca creò la famosa "T". La barra della T sta per "I": Marcel ha creato l'azienda come una pianta di vite che cresce. Poi la barra orizzontale rappresenta Ismaël che ha rilevato l'azienda da suo padre e l'ha rivolta verso il futuro. "Qualcuno che bevesse "T" e non vino lo ricorderebbe certamente meglio, vero?"

I nomi originali dei suoi vini riflettono un desiderio personale?

Ismaël li ha creati nello stesso momento in cui ha creato la "T". Osservando le ordinazioni, abbiamo notato che il vino fosse come una storia d'amore e che meritasse nomi degni di questo. È cosi che è iniziata la storia: incontrare qualcuno lascerà sempre una traccia, proprio come lo Chasselas, difficile da vinificare, lascerà le tracce nella cantina di chi lo acquista suscitando le farfalle nello stomaco. Così l'amore diventa delicato e stimolante - in seguito alla traccia lasciata. È un concetto tutto da scoprire, una vera storia d'amore.

I suoi vini hanno ricevuto molte medaglie, cosa significa questo per lei?

Ismaël è una persona molto umile e mette poco in evidenza la sua fama, nonostante la sua trentina di medaglie. Lo spingo a esporsi di più, ma questo mascalzone rimane molto discreto al riguardo. Naturalmente, in termini di vendite, è sempre importante avere queste distinzioni per alcuni clienti e noi siamo molto orgogliosi di sapere che i nostri vini siano apprezzati e rinomati.

I vini di Ismaël vengono continuamente riconosciuti, sarà forse un dono?

Come ho detto, Ismaël è una persona molto umile e non gli piace parlarne. Tuttavia, è stato il più giovane viticoltore a classificarsi secondo al Gran Prix des vins Suisse per la sua Petite Arvine. La cosa assurda è che non ha mai potuto studiare a Changins perché suo padre, Marcel, gli ha passato le redini del Domaine molto rapidamente e non ha potuto seguire parallelamente gli studi. Quindi ha davvero un dono, o almeno un amore incondizionato per il suo vino.

Molti eventi, uno dei vostri desideri?

Ismaël è una fabbrica di idee! Io sono un passo indietro nel trovare il modo di realizzare le sue idee più folli. Queste attività sono fondamentali per dimostrare che la nostra cantina è giovane e dinamica. Inoltre, l'idea di questi eventi non è solo la degustazione ma anche la condivisione e la creazione di una storia. Per dire, una coppia si è formata dopo una delle nostre degustazioni l'anno scorso! Il nostro desiderio è lasciare un ricordo memorabile ai nostri clienti. Il vino è un legame potente, magnifico e magico.

Tornare alle origini significa toccare con mano il prodotto, capire cosa rappresenta e sentire la magia che c'è dietro.

Quali sono le sue debolezze in termini di vino?

Per me sono tre: lo Chasselas da festeggiare, la Petite Arvine da degustare e il Syrah Barrique da assaporare. Ismaël ti direbbe solo lo Chasselas!

Le vostre passioni al di fuori del vigneto?

Amiamo la natura, ci dà tutto! Ismaël passa molto tempo nella natura mentre fa sport, il che lo aiuta a staccarsi dal suo lavoro molto impegnativo e a fare un passo indietro. Gli permette di disconnettersi da questo mondo per un momento attraverso la calma e la bellezza della natura. Tuttavia, è quando vaga per le cime delle montagne che trova altre idee ancora più folli e torna con ancora più entusiasmo in cantina.

E se doveste cambiare lavoro oggi?

Sarebbe complicato... Ismaël sarebbe un custode di Bisses, poichè ama scoprire la natura con i suoi paesaggi grandiosi. Riguardo me, non riesco a vedermi altrove.

Il suo miglior ricordo in viticoltura?

Per me è quando accompagniamo i nostri clienti in 3 tappe, attraverso una lunga passeggiata, e assistiamo al loro stupore per il lavoro che viene fatto e i vini che nascono. Li portiamo sul tetto di una portineria da dove si possono vedere i vigneti e le montagne a perdita d'occhio. Tuttavia, per arrivarci, dobbiamo salire alcuni piccoli gradini e "scalare" mezzo terreno per 5 minuti. Vedendo l'energia quasi senza fiato che ci vuole, si rendono anche conto di quanto possa essere faticoso lavorare nel vigneto, tutto il giorno.

  • Prezzi di vendita diretta vantaggiosi

    Il vino arriva direttamente dalla cantina a casa vostra garantendo ai nostri clienti e viticoltori condizioni eque. Tutela e sicurezza del consumatore certificata.

    Altro
  • Consegna rapida

    La consegna avverrà entro due giorni lavorativi; per chi inoltra l'ordine nei giorni feriali entro le ore 13.00. I nostri set degustazione vi saranno recapitati già il giorno dopo.

    Altro
  • Spese di spedizione trasparenti

    Consegna gratuita per ordini superiori a CHF 150 a cantina.

    Altro